2020

15 settembre 2020

Software Gestionale Integrato: si o no?

Scopri quali sono i vantaggi reali dell'integrazione per il tuo business.

Odoo image and text block

Sentiamo spesso parlare di software gestionale integrato, ma cosa si intende con questa definizione? Quali aspetti è necessario conoscere e quali sono le ripercussioni sull'utilizzo pratico?

Il termine integrato, da solo, può essere fuorviante in quanto è incompleto e vanno fatte delle precisazioni.

Quando si parla di un gestionale integrato (in cloud o on premises) si intende dire che il software racchiude in sé più funzionalità che ricoprono diversi ambiti aziendali (CRM, vendite, magazzino, fatturazione, ecommerce, …)

Se lo scambio dati avviene all'interno dello stesso software allora possiamo parlare di integrazione nativa, se invece avviene tramite connettori che permettono lo scambio di informazioni tra più software, che possono essere anche di vendor diversi, allora l’integrazione non è nativa.


Vediamo insieme i pro e i contro delle 2 soluzioni.

NATIVA

pro: velocità nello scambio dati, unica interfaccia da imparare.

contro: potrebbe non gestire una certa area in modo così verticale come un software dedicato.

NON NATIVA (CON CONNETTORI)

pro: utilizzo di software verticali e molto conosciuti, strettamente dedicati ad un determinato ambito.

contro: al cambio di versione di uno dei software potrebbe non funzionare più lo scambio dati, lentezza nello scambio dati, necessità di imparare procedure e logiche diverse legate ai vari software.

Sicuramente il software che racchiude la gestione totale dei vari ambiti aziendali non esiste, ma se non si hanno particolari esigenze, il fatto di utilizzare un software nativamente integrato sulle funzionalità di cui in media ha necessità una azienda può sicuramente essere vantaggioso. Mi riferisco alle funzionalità come CRM, vendite, magazzino, fatturazione eventualmente produzione, cioè quelle funzionalità che una tipica realtà produttiva può trovarsi a dover gestire, se poi ci sono anche gestione permessi e ferie, progetti, etc allora il software nativamente integrato ha i suoi vantaggi.

Vi voglio raccontare, tramite un esempio, il caso tipo di piccola una realtà italiana, che può trarre vantaggio da una buona gestione dei propri dati aziendali

Un produttore di vino del Monferrato, in questo periodo estivo, vende il suo vino tramite il punto vendita fisico dislocato sul territorio, punto vendita che offre assaggi anche di formaggi e miele.

La bella stagione permette la visita al punto vendita da parte dei turisti, che però ovviamente sono solo di passaggio.

La possibilità di vendita di questo piccolo produttore finirebbe qui, ma grazie al canale di vendita online, può far continuare le sue vendite e i turisti, tornati a casa, possono continuare a gustare i prodotti tipici tramite l’acquisto sull’e-commerce integrato.

Il vantaggio per il produttore è il fatto che gli acquisti tramite e-commerce andranno a movimentare il suo magazzino o a richiedere il confezionamento dei prodotti non presenti a magazzino, questo tutto in automatico.

Identificato il cliente tramite nominativo e email, il produttore in previsione della prossima stagione turistica, può lanciare campagne di mass mailing e proporre promozioni di vendita sui prodotti del punto vendita, prodotti che magari non possono essere spediti per questioni di rapida scadenza o confezionamento.

Questa operazione è estremamente facile se i dati sono presenti in un unico gestionale

L’utilizzo di un software integrato permette, dopo aver “agganciato” il contatto, di gestirlo a 360 gradi per sfruttare vari canali di vendita.

E questo è solo un esempio dei molteplici benefici che una impresa può trarre da un gestionale integrato.
Scopri tu gli altri attivando gratuitamente la prova di 30 giorni di TAKOBI Premium e testando tutte le funzionalità di cui hai bisogno per gestire al meglio il tuo business.

PROVA GRATIS